sábado, 27 de abril de 2013

La Cambiale di Matrimonio - Teatro Civico, Vercelli


Foto: Cele Bellardone
 
Massimo Viazzo
 
Il Viotti Festival è una rassegna di musica sinfonica e cameristica che ha sede a Vercelli, cittadina piemontese posta a metà strada tra Torino e Milano e nota ai melomani soprattutto per il Concorso Internazionale di Canto G. B. Viotti. Quest’anno presenta per la prima volta nel proprio cartellone l’opera lirica. Viene proposta la prima tra le farse giovanili di Gioacchino Rossini, La Cambiale di Matrimonio, una partitura spigliata e ispirata, già pienamente personale. L’allestimento curato dal regista Giovanni Dispenza era tradizionale, con un ambiente unico caratterizzato da un fondale, un soffitto e da pareti magistralmente dipinti con effetti studiati di trompe l’oeil, e con qualche elemento scenico (mappamondo, veliero...). Inoltre, la presenza di mimi e giocolieri vivacizzava la rappresentazione. Gli interpreti, giovani preparati e pieni di entusiasmo, erano guidati dal baritono Davide Rocca, un Tobia Mill di timbro franco e buona dizione. Più voluminosa e più scura la voce di Alberto Bianchi, uno Slook simpatico ed estroverso, mentre il tenore Edoardo Francesconi nei panni di Milfort cantava con grazia e una certa eleganza. Frizzante e spigliata, infine, la Fanny di Clara Bertella e molto disinvolta anche Federica Vitali nei panni della servetta Clarina.  La Camerata Ducale diretta da Guido Rimonda ha reso la partitura rossiniana con accuratezza e brio per un convinto successo di pubblico.

No hay comentarios:

Publicar un comentario