miércoles, 2 de julio de 2014

Tredici concerti, da Haydn all’Antico Egitto Stagione 2014 – 2015 - Accademia Colare Stefano Tempia

Innovazione e tradizione, classico e contemporaneo, giovani talenti e musicisti di fama:  ecco gli ingredienti per la Stagione 2014 – 2015 dell’Accademia Corale Stefano Tempia  che, con i suoi tredici appuntamenti (tra il 9 novembre 2014 e il 15 giugno 2015), si  conferma centrale nel panorama musicale cittadino.  In cartellone sei concerti con coro e orchestra, due concerti vocali, di cui uno a cappella,  quattro concerti strumentali e tre serate dedicate ai giovani talenti. Tra le novità tre premi  destinati a giovani musicisti, di cui due di nuova acquisizione, e un’attenzione crescente a  progetti di collaborazione con altri enti e associazioni musicali.  Come da tradizione recente l’inaugurazione sarà imponente con il Coro e l’Orchestra  della Tempia diretti dal direttore artistico Guido Maria Guida in un doppio  appuntamento novembrino il 9 (anteprima, aperta al pubblico, alle 18) e il 10 (concerto, alle  21) negli spazi del Conservatorio “G. Verdi”. In programma la Missa in tempore belli di F.J.  Haydn, la sinfonia Le Matin e la Scena e aria di Berenice (su testo di P. Metastasio) che  costituisce una prima assoluta a Torino e verrà interpretata dalla spagnola Eugenia Burgoyne, specialista di fama internazionale del Barocco e del ‘700.  Il concerto natalizio, nella sala del Tempio Valdese il 22 dicembre, segnerà poi un  punto di arrivo e contemporaneamente una nuova partenza per il nostro Coro. Gli  Accademici, grazie alla guida del Maestro Dario Tabbia, saranno infatti chiamati a  confrontarsi per la prima volta con le musiche di Bach. Al procedere della stagione ecco quindi alcune importanti coproduzioni, come quella con l’Orchestra De Sono all’interno  del Progetto “Schubert” (il 30 marzo al Conservatorio) concepito congiuntamente da  De Sono, Antidogma e Tempia per eseguire opere del compositore viennese e stimolare la scrittura di nuove musiche a lui ispirate. Di grande interesse anche il ritorno de I solisti del  madrigale (il 20 aprile al Tempio Valdese) diretti da Giovanni Acciai, che eseguiranno  brani di Gesualdo e autori coevi, e la considerevole presenza in cartellone della musica da camera eseguita da strumentisti di chiara fama.  Culmine della stagione sarà il concerto del 15 giugno 2015 (preceduto dall’anteprima,  aperta al pubblico, il 14) che, in omaggio alla tematica Torino/Berlino interna ai vari  progetti proposti per l’EXPO, vedrà il ritorno a Torino di Daniele Damiano, primo  fagotto dei Berliner Philharmoniker. Mozart sarà il filo conduttore di questa lieta occasione concepita, per celebrare la riapertura del Museo Egizio dopo i restauri, con un programma  a tema che spazierà da Thamos, Re degli Egizi fino ad alcuni brani tratti da Il Flauto magico.  Ma le collaborazioni sono numerose. Un altro elemento di spicco della Stagione 2014 – 2015, infatti, sarà la presenza dell’Accademia Stefano Tempia nel board del Concorso  Pianistico Internazionale “Casagrande” e, il vincitore del prestigioso titolo 2014, sarà  ospite del cartellone con un concerto solistico previsto per il 9 marzo al Teatro Vittoria.  Una novità importante che conferma l’attenzione dell’Accademia Corale cittadina alla  valorizzazione dei giovani. Una prassi che, comunque, è evidente grazie agli appuntamenti  ormai classici della rassegna Giovani Talenti (nella nuova stagione saranno due date) e del  Premio Tempia che, realizzato in collaborazione con il Conservatorio di Torino, arriverà nel  2014 alla sua terza edizione. Prima edizione, invece, per un nuovo premio destinato ad un  allievo del Conservatorio di Torino dal Maestro Damiano che, dopo una selezione  mediante audizione, devolverà il suo cachet al vincitore. 

INFO  Accademia Corale Stefano Tempia, Via Giolitti 21/A  - 10123 Torino Tel. 0115539358 - Fax 0115539330, ufficiostampa@stefanotempia.it,    www.stefanotempia.it



No hay comentarios:

Publicar un comentario