jueves, 5 de abril de 2012

Daniela Barcellona - Teatro alla Scala, Milano

Programma Alessandro Scarlatti Da Tigrane Se mai ti punse il cor Christoph Willibald Gluck Da Orfeo ed Euridice Che farò senza Euridice Georg Friedrich Händel Da Giulio Cesare Va tacito e nascosto Da Rinaldo Cara sposa, amante cara; Gioachino Rossini Da Tancredi Oh patria!... Di tanti palpiti; Manuel de Falla Siete canciones populares españolas, Francesco Paolo Tosti Quattro canzoni di Amaranta; Gaetano Donizetti Da La favorite, O mon Fernand. Daniela Barcellona - Mezzosoprano.  Alessandro Vitellio - Pianoforte- Teatro alla Scala. 2 aprile 2012.

Renzo Bellardone

Una insolita atmosfera da salotto di casa, intrisa di competente internazionalità ha accolto sul palco della Scala il celebre mezzosoprano Daniela Barcellona ed il marito Alessandro Vitiello; a quest’ultimo oltre che pianista e direttore d’orchestra di valia va riconosciuto l’ampio merito di essere ‘il preparatore atletico, ovvero vocale’ della signora Barcellona. Con tocco elegante e raffinatamente preciso ha interpretato il repertorio in un cronometrico unisono con la voce che solo la lunga esperienza, ed il lungo lavoro insieme hanno potuto costruire. Daniela Barcellona si presenta con la consueta semplice affabilità ben conosciuta. Con prezioso coinvolgimento offre al pubblico il recital da tempo preparato, atteso ed amato. Spaziando  in un tempo  che va dal 1600 al 1900 e quindi dal barocco alle romanze da camera, attraversa il classicismo e l’impressionismo musicale. Dolce e passionale con Scarlatti diviene briosa ed ironica con Handel e poi ancora drammatica con le ‘Canzoni di Amaranta’ di Tosti. Ineccepibile nei passaggi di registri si lancia in acuti strabilianti, con apparente leggerezza , che sorgono da tecnica salda e  tenace dedizione. Ogni finale è accolto da caldi applausi e da ripetuti ‘brava’ da ogni ordine di posto! La performance conclusasi con ben tre bis può definirsi un vero trionfo scaligero a suggellare ed ancora un volta conclamare la riconosciuta bravura di un vanto italiano!!!! La Musica vice sempre.

No hay comentarios:

Publicar un comentario