sábado, 28 de abril de 2012

FESTIVAL CASA PUCCINI: UN PROGETTO PER PROMUOVERE Puccini e LUCCA NELMONDO‏

Fondazione Giacomo Puccini

Nasce il Festival Casa Puccini, progetto che la Giunta Comunale ha approvato nella sua fase preliminare di fattibilità, condividendo le sue linee generali con la Fondazione Puccini, la Camera di Commercio e le Fondazioni bancarie. Un’idea che già si annuncia come un evento mediatico di grande risonanza nazionale e internazionale che vedrà Puccini al centro di una rilettura elaborata non solo da addetti ai lavori, ma anche da altre personalità come scrittori, filosofi, registi, artisti e musicisti contemporanei.

Il periodo ipotizzato per questa nuova iniziativa è tra fine novembre e inizio dicembre: 15 giorni di concerti, lectio magistralis, incontri, performance dedicate a Puccini proprio nello spazio temporale segnato dalle due date fatidiche, quella della morte (29 novembre) e della nascita del grande musicista lucchese (22 dicembre). “Questa nuova proposta progettuale completa il percorso di valorizzazione della nostra Città nel segno del Maestro, riuscendo ad unire innovazione e tradizione culturale – sostiene il Sindaco Mauro Favilla Presidente della Fondazione Giacomo Puccini. Gli spazi del Museo Puccini devono essere un salotto vivo, un luogo dove produrre nuovi contenuti culturali nel nome del Maestro in piena sinergia con enti di cultura cittadini e della terra di Puccini sintetizzata dal brand Puccini Museum”.

“Tutto nasce - come spiega l’assessore alla cultura Letizia Bandoni - dalla volontà dell’amministrazione comunale e della Fondazione Puccini, che gestisce la Casa-Museo, a far sì che quello che dal 13 settembre scorso è diventato il ‘luogo’ pucciniano per eccellenza, continui ad essere motivo di richiamo e, nello stesso tempo, una piattaforma culturale sulla quale costruire eventi e nuove relazioni strategiche per potenziare l’offerta complessiva del nostro territorio e accrescerne l’appeal in Italia e all’estero”.

Per la prima edizione del festival, secondo l’assessore alla cultura, potrebbe essere scelto un grande tema, come “Le donne di Giacomo Puccini”, che offre vari spunti di riflessione ed è un argomento sempre di grande attualità. L’iniziativa sarà caratterizzata da una serie di incontri cui prendono parte scrittori, registi, con annessa produzione di video, concerti e mostre a seconda del caso specifico, musicisti di oggi che reinterpretano Puccini.

A fianco di questi grandi eventi, si pensa di organizzare incontri che coinvolgano le scuole, con visite guidate alla Casa natale del Maestro e interventi teatrali dedicati alle singole opere. Tanto per dare un’idea del livello al quale punta il festival, i nomi ai quali si sta pensando per la definizione del progetto sono quelli di autori del livello di Alessandro Baricco, Michela Marzano, Luciana Littizzetto, Corrado Augias, Michael Cunningham, Zadie Smith, David Leavitt, Nicole Krauss, di registi come Woody Allen, Pedro Almodovar, James Ivory, fino al nostro Paolo Virzì. Personaggi che aiuteranno ad analizzare la figura di Puccini in rapporto all’oggi con l’ambizione di realizzare un festival per tutti i ‘palati’, di grande respiro e di richiamo internazionale. Nel segno del Maestro e della sua Città.

No hay comentarios:

Publicar un comentario