jueves, 5 de agosto de 2010

Cappella della Pietà de’ Turchini - Stresa Festival 2010

Foto: Antonio Florio, Capella della Pieta de' Turchini - Stresafestival http://www.stresafestival.eu
Renzo Bellardone
STRESAFESTIVAL 2010 - MEDITAZIONI IN MUSICA
VERBANIA - Chiesa Madonna di Campagna – martedì 3 agosto

“MATER JESU” - Cappella della Pietà de’ Turchini
Valentina Variale - soprano
Filippo Minaccia - alto
Antonio Florio - direttore.


Consueto annuale appuntamento dello Stresafestival alla Madonna di Campagna costruita nel 1527, ma che dell’originaria costruzione vanta un bellissimo campanile romanico. La Meditazione inizia con una composizione di Orazio Benevoli (1605-1662), sconosciuto ai più, ma che vanta pregevoli composizioni quale il “Salve Regina” propostoci stasera dalla voce di Filippo Mineccia –alto- e dalla Cappella della Pietà de’ Turchini diretta dal suo fondatore Antonio Florio. Il brano prevede gli archi e la sola voce maschile che esordisce con qualche timidezza che scomparirà poi con i brani successivi di Giovanni Battista Pergolesi (1710 – 1736) cantati in coppia con il soprano Valentina Varriale che agile e sicura offre il suo canto con il sorriso gioioso. Decisamente ispirata in “o Clemens o pia” prende i fiati con tecnica sapiente così come abilmente usa lo strumento facciale per l’emissione di suoni chiari.

Il motivo iniziale dello “Stabat Mater” credo sia nelle menti e nei cuori di tutti gli appassionati che qui sono stati gratificati dall’esecuzione dolce ed intimistica di questo gruppo specializzato in musica antica ed in particolare napoletana (come Pergolesi, nonostante la nascita a Jesi). Con perfetta alternanza negli attacchi le due voci si integrano perfettamente in connubio armonico con l’orchestra . Filippo Mineccia in un assolo di vocalizzi senza orchestra riscuote un muto applauso a fatica trattenuto dal pubblico…. Di Valentina Varriale si apprezzano sia la tecnica, che l’interpretazione garbata e convincente. Atmosfera da meditazione con luci abbassate ed illuminato solo il soffitto affrescato con la Madonna Assunta in cielo e contornata da angeli e cherubini che suonano in Suo onore. La scelta del programma è risultata efficace e pertinente ancor più se si considera che il Lago Maggiore, ha reso omaggio a Pergolesi nei 300 anni dalla nascita in ben due occasioni: Baveno Festival con Bozen Baroque Ensemble ed il soprano Gemma Bertagnolli e questa sera lo StresaFestival che serata dopo serata non delude mai il suo pubblico e che ringraziamo per aver inserito questo omaggio a Pergolesi, non reso possibile invece a Jesi, sua città natale a causa dei tagli alla cultura attuati dal governo centrale.

No hay comentarios:

Publicar un comentario